La dieta cheto: tutto quello che volevi sapere.

cibi consentiti e vietati nella dieta cheto

È possibile mangiare maionese, bistecca di carne grassa e perdere peso? La dieta cheto risponde affermativamente a questa domanda.

In origine la dieta chetogenica era usata per trattare le crisi epilettiche, poi il menù insolito ha attirato l'attenzione degli atleti e di coloro che stavano perdendo peso. Quali sono le caratteristiche di questo metodo ea chi la dieta è assolutamente controindicata - scopriamolo.

Principi della dieta cheto

La dieta cheto, nota anche come chetogenica, si basa sul consumo di grassi, proteine ​​e una quantità minima di carboidrati. La versione originale di cheto, che era usata per trattare l'epilessia, prevalentemente nei bambini, aveva un rapporto 4: 1: 1 di grassi, proteine ​​e carboidrati. Nelle opzioni per la perdita di peso, le proporzioni sono leggermente cambiate verso l'aumento delle proteine.

La dieta cheto per l'epilessia è prescritta dal medico. Solo uno specialista in conformità con i risultati del test e la valutazione delle condizioni del paziente sarà in grado di elaborare correttamente un piano nutrizionale.

L'essenza della dieta cheto è portare e mantenere il corpo in uno stato di chetosi. La principale fonte di energia per il corpo sono i carboidrati, che vengono convertiti in glucosio e tendono ad accumularsi nel tessuto muscolare e nel fegato. Con una carenza di carboidrati, il corpo spende le riserve di glicogeno, quindi inizia a utilizzare le riserve di grasso come fonte di energia, scompone le cellule adipose, che a loro volta producono corpi chetonici. È il chetone che funge da fonte di energia per il cervello e altri organi. Il processo può avvenire solo se la quantità di carboidrati consumati per cagna non supera i 100 g.

La dieta chetogenica ha molto in comune con la dieta a basso contenuto di carboidrati. In quest'ultimo si riduce anche il consumo di carboidrati, ma la loro quantità supera i 100 ge il processo di chetosi non si verifica.

Cosa succede a una persona durante una dieta cheto:

quali cibi puoi mangiare con una dieta cheto
  • Fame di carboidrati.Senza ricarica, le riserve di glucosio durano 8-9 ore. Trascorso questo tempo, la persona avverte una forte fame, mentre il corpo non ha ancora alcun inconveniente.
  • Consumo di glicogeno- il periodo più difficile della dieta. Di norma, il corpo impiega 1-3 giorni per esaurire l'intera scorta. Una persona avverte una fame incessante, che nemmeno i grassi e le proteine ​​possono soddisfare. Questa è la sensazione quando ti senti affamato con lo stomaco pieno. Pensieri su dolci, aumento della sudorazione, salivazione, dolore doloroso al fegato, stomaco, vertigini, nausea, irritabilità, aumento della suscettibilità agli odori, affaticamento rapido seguono per 3 giorni.
  • Gluconeogenesi.Il corpo scompone tutti i composti a sua disposizione, fino alle proteine, in glucosio. Questo periodo è caratterizzato dalla perdita di tessuto muscolare e da una diminuzione degli organi interni. Il processo dura una settimana.
  • Chetosi.Quando il corpo si rende conto che non è previsto un apporto di glucosio, inizia a utilizzare le sue riserve con parsimonia e passa dalla scomposizione delle proteine ​​al grasso. Come risultato della lipolisi, le cellule adipose vengono scomposte in glicerolo e acidi grassi, che vengono convertiti in corpi chetonici - fornitori diretti di energia. Chiari segni che la chetosi è iniziata sono un odore specifico di acetone che emana dal corpo e tutte le secrezioni, attacchi di fame grave, affaticamento e vertigini scompaiono.

Tipi di cheto

Ci sono diverse opzioni cheto per bruciare i grassi:

  • dieta standard - la percentuale di ZhBU 75: 25: 5;
  • dieta cheto ciclica - alternando giorni di carboidrati con quelli chetogenici, ad esempio, 2 giorni a settimana sono ricchi di carboidrati e il resto è chetogeno;
  • dieta mirata: nei giorni di allenamento, la quantità di carboidrati aumenta;
  • ad alto contenuto proteico: aumento della quantità di proteine, rapporto tra grassi, proteine, carboidrati 60: 35: 5.

Il cheto ciclico è più comunemente utilizzato dagli atleti professionisti, la dieta chetogenica standard viene solitamente utilizzata per la perdita di peso.

Pro e contro di keto

La dieta cheto vanta i seguenti vantaggi:

  • perdita di peso efficace, che si verifica a causa della perdita di grasso sottocutaneo;
  • cibo nutriente e niente fame dopo la chetosi;
  • dopo aver completato la dieta, il peso non ritorna per molto tempo;
  • conservazione della massa muscolare;
  • la possibilità di una cottura fritta, c'è una varietà di prodotti a base di carne, compreso lo strutto;
  • ampia selezione di prodotti.

Svantaggi di keto:

  • la fame di carboidrati influisce negativamente sul lavoro del cervello, diminuisce la concentrazione, la memoria si deteriora, la capacità di apprendimento, la carenza di carboidrati a lungo termine può portare a cambiamenti irreversibili;
  • rallentando il metabolismo;
  • avvelenamento del corpo con sostanze tossiche, i cui sintomi si manifestano con l'odore di acetone delle secrezioni;
  • sensazione di malessere nei primi giorni;
  • la dieta può causare la gotta, a causa dell'alto contenuto di piatti di carne;
  • una mancanza di fibre può causare stitichezza e infiammazione del colon.

La dieta è assolutamente controindicata durante la gravidanza e l'allattamento, con insufficienza renale, malattie croniche dell'apparato digerente, escretore e diabete. La dieta cheto non è adatta a persone impegnate nel lavoro mentale.

Cosa c'è nel menu dietetico

La parte principale della dieta è il cibo di origine animale: carne, pesce, pollame, uova. Consentito burro, ricotta, formaggi, oli vegetali, funghi, frutti di mare, frattaglie, da verdure: cavolfiore, cavolo bianco, cavolini di Bruxelles, broccoli, cavolo pechinese, cetrioli, fagiolini, verdure a foglia verde, sedano, zucchine, cipolle, pomodori in quantità limitate, noccioline. Durante il cheto, è necessario bere molti liquidi per neutralizzare la manifestazione di avvelenamento con sostanze tossiche che si formano nel corpo quando si consumano proteine ​​in eccesso.

La dieta cheto implica evitare completamente un grande gruppo di alimenti:

  • zucchero e tutti i prodotti con il suo contenuto;
  • frutti e bacche, escluse le fragole acide;
  • dolci, caramelle, frutta secca, conserve, marmellate, gelati;
  • sostituti artificiali dello zucchero;
  • ortaggi a radice, comprese patate, barbabietole e carote;
  • tutti i tipi di pane, cereali;
  • pasta;
  • legumi;
  • semi;
  • latte;
  • succhi di frutta;
  • tutti i tipi di alcol;
  • miele;
  • salse industriali.

Dieta cheto - Menu settimanale

i pro ei contro della dieta cheto

A seconda degli obiettivi della dieta, il menu della settimana avrà diverse opzioni. Se hai bisogno di costruire muscoli, allora vengono aggiunte 500 calorie in più all'apporto calorico giornaliero. Se la dieta cheto è considerata come una perdita di peso, vengono sottratte 500 calorie dal valore giornaliero.

Per avviare il processo di chetosi, la tua dieta dovrebbe consistere in un menu in cui il rapporto tra proteine ​​e grassi in peso è lo stesso, mentre la quantità di carboidrati non deve superare i 100 g. Un tale piano alimentare cheto è progettato per una settimana. Successivamente, il rapporto tra proteine, grassi, carboidrati viene calcolato in base alla formula: proteine ​​35%, grassi 60%, carboidrati 5%.

Le principali fonti di carboidrati dovrebbero essere le verdure non amidacee, le verdure a foglia verde. Ci sono pochi carboidrati per 100 g di verdura, mentre possono fornire all'organismo le fibre, le vitamine e i microelementi necessari.

Esempio di menu di dieta chetogenica settimanale:

Lunedì:

  • colazione: uova strapazzate e pancetta;
  • pranzo: pollo fritto e insalata di cetrioli;
  • Cena: bistecca di salmone alla griglia con asparagi.

Martedì:

  • colazione: frullato di proteine;
  • pranzo: polpette di maiale con stufato di verdure;
  • Cena: insalata di formaggio, olive e pomodorini.

Mercoledì:

  • colazione: uova strapazzate con prosciutto e formaggio;
  • pranzo: sgombro con verdure;
  • cena: ricotta fatta in casa.

Giovedì:

  • colazione: 4 uova sode e petto di pollo;
  • pranzo: tonno e spinaci;
  • Cena: braciola di maiale con verdure verdi.

Venerdì:

  • colazione: uova strapazzate con avocado, spezie;
  • pranzo: cotolette di Kiev, taglio di verdure;
  • Cena: tonno ripieno.

Sabato:

  • colazione: insalata di petto di pollo, uova, cipolle con maionese;
  • pranzo: salumi;
  • ricotta fatta in casa con noci.

Domenica:

  • colazione: frittata con funghi;
  • pranzo: arrosto di maiale;
  • cena: pollo con verdure.